Perché curare il legno con lampade UV LED? Perché è bello.

FJ100_75x20_Rivestimento in legno

Dai mobili e le ante degli armadi ai pavimenti in parquet, le aziende leader nella produzione di legno stanno adottando l'essiccazione UV LED per i rivestimenti in legno per diversi motivi, ma soprattutto perché è bello. Letteralmente.

La rivoluzionaria polimerizzazione UV LED di Phoseon Technology aumenta la temperatura della superficie del pezzo da lavorare meno della metà dei metodi di polimerizzazione tradizionali che utilizzano le tradizionali luci UV o ad arco, che possono riscaldare la superficie del legno fino a 60 ° C.

Che si tratti di polimerizzare la fase b o di riempitivi gel o di indurire il rivestimento superficiale, i prodotti in legno possono in genere passare attraverso fino a 10 stazioni di essiccazione UV durante il processo di finitura. L'ampio calore creato da più stazioni di polimerizzazione che utilizzano le tradizionali lampade ad arco o microonde può spesso danneggiare il legno.

“Il calore porta le resine e gli oli sulla superficie del legno e tale sanguinamento causa scolorimento e problemi di adesione del rivestimento. I sistemi di polimerizzazione UV LED trasferiscono meno calore alla superficie di lavoro, eliminando questi problemi e creando meno sprechi di prodotto ".

Jennifer Heathcote, responsabile vendite regionale, Phoseon Technology

"Il calore crea enormi sfide nel rivestimento del legno, in particolare con legni con un alto contenuto di resina o olio, come pino, abete, abete rosso e mogano", ha affermato Jennifer Heathcote, responsabile vendite regionale di Phoseon Technology. “Il calore porta le resine e gli oli sulla superficie del legno e tale sanguinamento causa scolorimento e problemi di adesione del rivestimento. I sistemi di polimerizzazione UV LED trasferiscono meno calore alla superficie di lavoro, eliminando questi problemi e creando meno sprechi di prodotto ".

Oltre a produrre superfici del substrato più fredde, i sistemi LED UV Phoseon funzionano a temperature che spesso sono inferiori al 10% delle lampade tradizionali. Ad esempio, il bulbo in un sistema convenzionale funziona generalmente con una temperatura superficiale del quarzo compresa tra 900 e 1.200 ° C. Questa temperatura, così come le lunghezze d'onda dell'infrarosso del bulbo, viene infine trasferita come calore ai prodotti in legno. Le lampade UV LED durano anche più a lungo e consumano meno energia rispetto ai metodi di polimerizzazione tradizionali. Con la loro temperatura di esercizio e l'efficienza energetica inferiori, insieme all'eliminazione dei gas di scarico, la polimerizzazione UV LED può aumentare il risparmio energetico totale fino al 90 percento.

"I sistemi UV convenzionali richiedono l'uso dell'estrazione per rimuovere il calore e l'ozono, entrambi eliminati con l'uso dei LED UV", ha affermato Heathcote. “Oltre all'energia extra necessaria per lo scarico e la potenziale aria di reintegro, la gestione dell'aria è una preoccupazione nelle applicazioni ad alte prestazioni come la polimerizzazione superficiale per mobili e mobili in cui la polvere e gli agenti contaminanti aerodispersi possono entrare in contatto e rovinare la finitura. La polimerizzazione UV LED riduce o elimina questa preoccupazione. "

Inoltre, l'emissione UV dai sistemi di polimerizzazione UV LED di Phoseon è costante nel tempo e più uniforme lungo la lunghezza del dispositivo rispetto alle lampade ad arco e microonde, che spesso hanno variazioni di intensità UV da un'estremità all'altra della lampada, specialmente con il lunghe lampade necessarie per elaborare le tavole larghe quattro piedi comuni a molte linee di legno.

"Ciò significa un controllo del processo più rigoroso, tempi di fermo macchina ridotti, maggiore utilizzo dell'impianto e un prodotto complessivamente migliore e più coerente", ha affermato Heathcote. "Alla fine, ciò porta a rendimenti più elevati e scarti ridotti per i produttori".

Heathcote osserva che la polimerizzazione UV LED di Phoseon, che oltre alla polimerizzazione del legno viene utilizzata anche in una vasta gamma di altre applicazioni, come la stampa su carta, pellicola, plastica e vetro, è un'alternativa più sicura ed ecologica alla polimerizzazione con mercurio. lampade basate.

"L'eliminazione del rumore dalle ventole di estrazione e dai soffiatori, il minor consumo di energia, l'eliminazione sia dell'ozono che del mercurio, oltre a un clima di lavoro più fresco, significa che la polimerizzazione UV LED rende l'ambiente di lavoro più sicuro e confortevole", ha affermato Heathcote.

Tag: |
Categorie: |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *