Comprensione della lunghezza d'onda dei LED ultravioletti

Lunghezza d'onda, inglese

Cos'è la lunghezza d'onda ultravioletta?

Il sole è una fonte dell'intero spettro di radiazioni ultraviolette, che è comunemente suddiviso in UVA, UV-B e UV-C. La lunghezza d'onda, un descrittore fondamentale dell'energia elettromagnetica, è la distanza tra i punti corrispondenti di un'onda propagata. Le lunghezze d'onda tipiche dell'emissione della sorgente di luce UV vanno dall'ultravioletto (UV-C: da 100 a 280 nm; UV-B: da 280 a 315 nm; UV-A: da 315 a 400 nm) alla luce visibile (da 400 a 700 nm) e infrarossi (da 700 a 3000 nm).

Le lunghezze d'onda UV sono tipicamente misurate in nanometri (nm). Il nanometro, un'unità di lunghezza, è pari a un miliardesimo di metro. I diodi a emissione di luce UV (LED) hanno un'uscita spettrale stretta centrata su una lunghezza d'onda specifica, +/- 15 nm, con le tipiche lampade UV LED commerciali che emettono a lunghezze d'onda di 365 nm, 385 nm, 395 nm o 405 nm. L'irraggiamento (W / cm2) prodotto dalle sorgenti di luce UV LED è aumentato costantemente anno dopo anno a causa dei progressi nella tecnologia dei diodi e delle lampade, ed ora è disponibile a rendimenti effettivi superiori a quelli offerti dalle tradizionali tecnologie delle lampade UV. I sistemi di lampade UV LED hanno una potenza sufficiente per conquistare una vasta gamma di applicazioni e oggi vengono utilizzati in commercio per polimerizzare inchiostri, rivestimenti e adesivi.

"Le unità di polimerizzazione UV LED sono diventate più efficienti nel fornire energia UV ai supporti, guidando così non solo unità ecologicamente pulite, efficienti dal punto di vista energetico e di dimensioni compatte, ma consentendo anche una maggiore produttività e flessibilità di processo".

Mike Higgins, responsabile vendite della regione est, Phoseon

L'energia UV emessa dalle lampade UV LED e l'energia UV emessa dalle lampade ad arco di mercurio convenzionali o dalle lampade a microonde è tutta sotto forma di fotoni di lunghezze d'onda specifiche. Cioè, ai fini della fotopolimerizzazione UV, i fotoni sono fotoni, con le uniche differenze in quantità e lunghezza d'onda. La distribuzione delle lunghezze d'onda emesse dalle lampade UV LED è molto più ristretta rispetto alla distribuzione delle lunghezze d'onda emesse dalle sorgenti UV convenzionali e, di conseguenza, le formulazioni ei radiometri utilizzati con i sistemi di lampade UV LED devono essere abbinati alle bande di emissione della lampada UV LED utilizzata in quel sistema di polimerizzazione per ottenere prestazioni ottimali.

La polimerizzazione basata su LED UV è ora uno strumento di facile utilizzo accettato nei mercati della stampa, dei rivestimenti e degli adesivi e le caratteristiche del sistema LED UV consentono una serie di applicazioni che erano poco pratiche o limitate dai vincoli fisici delle sorgenti UV convenzionali. Questi utenti del settore e fornitori di LED UV continuano a sfidare formulatori e fornitori di materie prime chimiche a sviluppare e fornire materiali e formulazioni ottimizzati per la lunghezza d'onda dei LED UV. Allo stesso tempo, le unità di polimerizzazione UV LED sono diventate più efficienti nel fornire energia UV ai supporti, guidando così non solo unità ecologicamente pulite, efficienti dal punto di vista energetico e di dimensioni compatte, ma consentendo anche una maggiore produttività e flessibilità di processo.

Tag: | |
Categorie: | | | | | |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *